Privacy Policy La bandiera del Trentino-Alto Adige - Antropia
Bandiera del Trentino-Alto Adige

La bandiera del Trentino-Alto Adige

Le bandiere, oltre che ad identificare univocamente una località, aspirano a ritrarne nell’immediatezza di una immagine l’identità culturale, tanto nelle sue radici storiche quanto, talora, nelle sue tonalità mitologiche. Quanto ne sapete sulla simbologia legata alle regioni italiane?

La bandiera del Trentino-Alto Adige fonde le tradizioni folkloristiche delle due province autonome a statuto speciale di Trento e di Bolzano. Consiste in uno stemma recante due aquile di San Venceslao (per il Trentino) e due aquile rosse tirolesi (per l’Alto Adige):Bandiera del Trentino-Alto Adige

L’aquila di San Venceslao (o aquila fiammante) fu quella originariamente adottata dalla dinastia boema dei Premyslidi, della quale fu appunto membro Venceslao, duca santificato dalla chiesa cattolica ed ortodossa per la sua infaticabile e capillare opera di evangelizzazione e per i rapporti intrattenuti con il Sacro Romano Impero. L’aquila rossa tirolese, di contro, è legata all’araldica della nobiltà austriaca (la contea del Tirolo fu un’entità territoriale indipendente in seno al Sacro Romano Impero, comprendente storicamente parte dell’Austria e l’attuale Trentino-Alto Adige, nonché alcune piccole porzioni del Veneto).

Inoltre, secondo alcune interpretazioni, il bianco e l’azzurro dello sfondo rappresenterebbero rispettivamente le nubi che veleggiano sui ghiacciai dei monti ed il cielo limpido, oppure le cime innevate e i copiosi ruscelli della regione.

Nell’immagine in evidenza uno scatto che offre una prospettiva mozzafiatante sul lago di Braies, ad un centinaio di chilometri da Bolzano (il capoluogo più settentrionale d’Italia!). Si tratta di una meta turistica particolarmente ambita e blasonata, che incanta per i riflessi cangianti blu e verde smeraldo delle sue acque cristalline e per lo scenario naturale in cui è immerso, un suggestivo contrasto tra il verde boschivo ed il bianco candido delle vette innevate delle Dolomiti. Nei pressi del lago si è verificato inoltre uno degli episodi conclusivi della seconda guerra mondiale: la mattina del 4 maggio 1945 vi giunsero gli Alleati americani che liberarono 141 prigionieri presi ad ostaggio dalla Wehrmacht tedesca, tra i quali figuravano alcune personalità illustri come il cancelliere austriaco, il primo ministro della repubblica francese, il comandante dell’esercito greco ed un generale italiano.

Se la storia della bandiera del Trentino-Alto Adige ti ha appassionato puoi consultare la rubrica completa: https://antropia.it/bandiere-ditalia/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *