Privacy Policy La bandiera della Basilicata - Antropia

La bandiera della Basilicata

Le bandiere, oltre che ad identificare univocamente una località, aspirano a ritrarne nell’immediatezza di una immagine l’identità culturale, tanto nelle sue radici storiche quanto, talora, nelle sue tonalità mitologiche. Quanto ne sapete sulla simbologia legata alle regioni italiane?

La bandiera della Basilicata fece la sua prima apparizione il 4 novembre 1995 in occasione della giornata di commemorazione delle Forze Armate, quando l’allora presidente della repubblica Luigi Scalfaro volle esibire al Quirinale i vessilli di tutte le regioni italiane.

Bandiera della Basilicata

Di F l a n k e r – Opera propria, Pubblico dominio, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=1727186

Lo stemma che vi campeggia è straordinariamente icastico nella sua semplicità: uno scudo sannitico color argento solcato da una fascia di quattro ondate azzurre, a simboleggiare , alludendo ai corsi d’acqua principali della regione (Bradano, Basento, Agri e Sinni), la sua ricchezza idrica e paesaggistica in senso lato.

Lo scudo sannitico deve il suo nome ad un antico popolo italico stanziato nell’area centro-meridionale della penisola, proverbialmente celebre per aver opposto strenua resistenza alla conquista ad opera dei Romani. Detto comunemente scudo francese moderno, è tipico dell’araldica civile e militare in virtù di una immediatezza geometrica che lo rende particolarmente versatile.

Altre simbologie proposte dalla commissione incaricata, di seguito scartate a favore della soluzione illustrata, furono la rappresentazione di una catena di monti e del tempio della divinità Hera, protettrice dei matrimoni e delle partorienti. In prossimità del sopramenzionato Bradano sorgono infatti i resti di un santuario dorico risalente al VI secolo a.C, detti “Tavole Palatine“, presumibilmente in ricordo delle battaglie dei Paladini franchi contro i Saraceni. In passato il tempio era anche denominato “Scuola di Pitagora“, in memoria del brillante filosofo e matematico che trascorse gli ultimi anni della propria vita a Metaponto (oggi in provincia di Matera).

Se la storia della bandiera della Basilicata ti ha appassionato puoi consultare la rubrica completa: https://antropia.it/bandiere-ditalia/

Nell’immagine in evidenza uno scorcio mozzafiato di Matera, insignita per il 2019 del titolo di capitale europea della cultura. E’ nota in tutto il mondo per i suoi “Sassi”, patrimonio dell’umanità UNESCO, due quartieri incastonati nella roccia ed abitati sin dalla preistoria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *