Privacy Policy La bandiera delle Marche - Antropia
La bandiera delle Marche

La bandiera delle Marche

Le bandiere, oltre che ad identificare univocamente una località, aspirano a ritrarne nell’immediatezza di una immagine l’identità culturale, tanto nelle sue radici storiche quanto, talora, nelle sue tonalità mitologiche. Quanto ne sapete sulla simbologia legata alle regioni italiane?

La bandiera delle Marche accoglie, su uno scudo spagnolo delimitato in verde, la stilizzazione di un picchio sovrapposto alla lettera M (iniziale della regione): La bandiera delle Marche

Di F l a n k e r, Pubblico dominio, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=1727292

Esaminando un breve passo tratto da un’opera dell’autorevole storico e geografo greco Strabone, si comprende immediatamente cosa abbia ispirato l’adozione di questa simbologia:

I Piceni sono giunti qui dalla Sabina, sotto la guida di un picchio che indicò il cammino ai capostipiti. Da ciò deriva il loro nome: essi infatti chiamano picus questo uccello, e lo ritengono sacro ad Ares.

Il picchio era infatti l’animale totemico (un elemento dal forte valore simbolico e sacrale) dei Piceni, la popolazione che nell’Età del Ferro era stanziata in quei territori identificabili con le odierne Marche.

Nell’immagine in evidenza uno scorcio panoramico della città di Urbino dove si possono notare parte del Duomo (Cattedrale di Santa Maria Assunta), grazie alla sua maestosa cupola cassettonata e decorata con l’immagine dei quattro evangelisti, e la suggestiva facciata del Palazzo Ducale, una delle più emblematiche soluzioni architettoniche del Rinascimento italiano. Ma la cittadina è nota anche per aver dato i natali a Raffaello Sanzio, pittore ed architetto fra i più rinomati, influenti e brillanti della storia dell’umanità.

La bandiera delle Marche

La Scuola di Atene, uno degli affreschi realizzati da Raffaello per la decorazione degli appartamenti papali (in particolare la Stanza della Segnatura, oggi Musei Vaticani). Vi sono raffigurati i due pilastri della filosofia occidentale, Platone ed Aristotele, intenti in una disputa ontologica.

Se la storia della bandiera delle Marche ti ha appassionato puoi consultare anche la rubrica completa: https://antropia.it/bandiere-ditalia/.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *